Grillo: “Nel M5S voglio solo italiani”

“Chi si iscrive deve essere cittadino italiano, deve risiedere in Italia, deve pagare qui le tasse, non deve essere iscritto a un altro partito. Io controllo queste cose qua. Ho i magazzini pieni di fedine penali e certificati di residenza. Io e Gianroberto Casaleggio ci facciamo un mazzo così. Controlliamo tutto”. Con queste parole Beppe Grillo espone, in una lunga intervista di Gian Antonio Stella per Corriere.it, alcuni dei requisiti per potersi iscrivere al MoVimento 5 Stelle. E sostiene che, dopo aver appreso che alcuni giornali danno il MoVimento  al 25%, lui vuole arrivare al 100%. “Cento per cento. Perché non è una questione di partito, di avere più voti per il partito. Noi vogliamo che cambi la società intera. Vogliamo una rivoluzione culturale”. Una rivoluzione globale che però esclude gli oltre 3.7 milioni di stranieri che regolarmente soggiornano in Italia. D’altronde non molto tempo fa Beppe Grillo si scagliò contro lo ius soli, definendolo “un’arma di distrazione di massa senza senso“; questa sua dichiarazione portò molto scompiglio tra gli stessi grillini, al punto che Antonia Iulia Dejeu, membra rumena del Movimento 5 stelle e consigliere circoscrizionale a Bologna, lasciò incarico e movimento.

N.B: In molti ci hanno attaccato accusandoci di voler gettare fango su Grillo e il suo movimento. In realtà noi ci siamo limitati a citare sue dichiarazioni documentate su una fattispecie precisa e non sull’intera architettura politica e ideologica del Movimento 5 stelle. Così come ci risulta che il neoeletto sindaco di Parma abbia affermato che il Movimento sia aperto a tutti, stranieri compresi.

Altri hanno trovato un’incoerenza formale nel fatto che all’inizio si accusa Grillo di volere solo cittadini italiano nel M5S per poi successivamente citare il caso della rumena Antonia Iulia Dejeu. Cari lettori, l’incoerenza è di chi all’interno del Movimento detta il buono e il cattivo tempo e le cui dichiarazioni “choc” (per utilizzare una terminologia, ahinoi, tanto in voga sul web) spesso sono in aperta contraddizione con il percorso portato avanti in questi anni.

Fatte queste precisazioni, ci teniamo a sottolineare che abbiamo segnalato questo articolo a Beppe Grillo e al suo staff e speriamo in una sua replica, con la quale ci convinca che le nostre perplessità sono infondate.

Vi ricordo che: “Ai cittadini stranieri, appartenenti ad uno Stato dell’Unione Europea, residenti in Italia ed iscritti all’anagrafe del Comune, è riconosciuto il diritto di voto attivo e passivo (quest’ultimo con limitazioni) nelle elezioni degli organi del Comune (Sindaco, Consiglio Comunale), a norma del D. Lgs. 12.4.1996 n. 197, con il quale si è data attuazione alla direttiva UE n. 94/80 del 19.12.1994.
In sostanza, il cittadino europeo che risiede in uno Stato di cui non possiede la cittadinanza può esercitare il diritto di eleggere e di essere eletto (con l’esclusione della carica di Sindaco) nelle elezioni amministrative di base (comunali e circoscrizionali).
Per esercitare il diritto di voto amministrativo il cittadino dell’UE deve richiedere, personalmente e di sua iniziativa, l’iscrizione in una lista elettorale aggiunta del Comune di residenza.”

Grillo dovrebbe aggiungere che prima va cambiata la legge per la concessione della cittadinanza. A chi lavora, risiede, paga le tasse in un paese e desidera diventarne cittadino, va concessa la cittadinanza in tempi brevi. Solo così è accettabile il requisito della cittadinanza per poter votare. Il diritto a partecipare alla cosa comune, oltre ad essere giusto in via di principio è intelligente, in quanto favorisce il processo di integrazione nella società, a vantaggio. Solo chi si sente partecipe ha a cuore il bene comune. Pensate solo ai milioni di italiani che dopo essere emigrati risiedono all’estero. Per Grillo non dovrebbero votare nei paesi in cui vivono da generazioni? Lo ius sanguinis è un retaggio medievale che ha prodotto già troppi orrori nella storia.

Va tutto bene, però la mano così con la maglia nera ve la potevate risparmiare. Ok il diritto di cronaca e il dover riportare le dichiarazioni, però marciarci con certe foto è da poppanti.

…CONTINUA:
E’ ovvio che si spera e si debba lavorare per far stare tutto il mondo in salute e in condizione di realizzare se stesso, siamo tutti fratelli, ma allora perchè hanno precedenza sugli italiani in troppissime cose?? Questa non è eguaglianza, Noi s’è contro a questi vantaggi derivati da un perbenismo del cazzo 🙂 O siamo tutti uguali oppure non ci siamo… ma fino a quando non saremo tutti uguali, SONO CERTO che TU anche penseresti PRIMA a TE e al tuo pensare che a togliere il cibo ai tuoi bau per darlo a uno che con quei soldi si và a comprare un coniglio per mangiarselo. FINO AD ALLORA, se vogliono venire a dormire a casa mia, non esiste che io dormo sul divano per far dormire a loro nel letto! E’ razzismo?? NO che non lo è. Sei troppo arrabbiata con tutto per avere un minimo di fiducia nelle prospettive. NON prendere per acqua santa ogni cosa d’opposizione che leggi, perchè non lo è. Esiste anche la giustizia verso se stessi e la propria famiglia. Non accadrà MAI che ci toglieremo a noi per darlo ad altri QUANDO quello che abbiamo noi non basta per noi stessi!! Ti pare malvagio come ragionamento?

W tutte le mamme del mondo, MIA mamma in primis 😉
Se seguite il M5S sapreste benissimo cosa vuol dire il gesto in foto… alquanto mediocre accostarlo al fascio.
PEACE&LOVE4ALL

Se Tu avessi seguito il tutto, cosa che non posso farti fare sennò come Tu hai detto MI CANCELLI (no racism…), ora sapresti che:
1: ogni cittadino che nasce in Italia, anche se i genitori non sono italiani, avrebbero la cittadinanza italiana, cosa che quasi nessun’altro vuole. Aggiungo: lavoratori che son qui in nazione da almeno una decade lavorativa, riceverebbero la cittadinanza quasi uguale alle altre; se poi te ne vai, perdi i vantaggi economici, cosa che comunque sarebbe auspicabile anche per i nativi italiani (vorrei vedere se secondo te sarebbe giusto che io me ne andassi a vivere, chessò, in Giappone e poi pretendessi di avere cash aiuti economici SOLO perchè sono italiano. Io stesso non vorrei questo per me, non sarebbe giusto).
2: il “si scagliò contro lo ius soli” venne smontato con una spiegazione matematica: NON sarebbe giusto se persone di paesi disagiati venissero in Italia a partorire per poi tornarsene nella loro terra, solo per poter usufruire di vantaggi economici che ne deriverebbero; se vuoi i ventaggi, resti in ITalia a fare la tua parte. Nè è un ragionamento stronzo e Nè ce lo potremmo economicamente permettere.
3: a logica, cosa difficile e anche impossibile ok, ma a logica: SE domani vengono 100 milioni di stranieri di una sola nazione a partorire in Italia, prendono la cittadinanza con relativo diritto di voto, poi se ne vanno tutti e dopo un pò di vota se dare precedenza ai servizi pubblici agli stranieri (per le bazze dell’integrazione) o agli italiani, tu cosa credi che voterebbero? Saremmo in serie B in casa nostra. Se venisse uno straniero a casa tua e dicesse: fuori Tu e i cani che io ho una famiglia… te ne andresti zitta e muta? NO, e non credo che ti si potrebbe dare della razzista. Se ci stessimo (e ci stiamo) a morire di fame, se tua madre e tuo padre fossero gli ultimi della lista per delle case popolare solo perchè prima dei tuoi ci sono stranieri che conquesto cazzo di discorso dell’integrazione pare abbiano più diritti degli indigeni, tu come la penseresti?.
Non si tratta di razzismo E, ma SOLO di MATEMATICA. Dovresti amarla la MATEMATICA

PEACE&LOVE4ALL

BASTEREBBE CONOSCERE E CAPIRE L’ITALIANO, PER SUPPORRE CHE GRILLO NON VI RISPONDERA’, SE NON PER SPIEGARVI A POCHE PAROLE IL GIA’ CHIARO SIGNIFICATO DI QUANTO SCRITTO.
CHE PECCATO PERO’, SEMBRAVATE INTERESSANTI.

Mi sono letto l’articolo originale del corriere e non ho trovato nulla di ciò che scrivete voi in questo “articolo”.A me grillo sta sulle p**** ma voi siete ridicoli.

si ma grillo quando parla di “italiani” intende dire chi ha la cittadinanza italiana e non chi è italiano in senso “etnico”, non vedo cosa ci sia di strano nel fatto che la cittadinanza sia una requisito, tra l’altro per andare a votare è necesario avere la cittadinanza quindi a maggior ragione il discorso è normalissimo…

Ragazzi c’è poco da discutere, Grillo sta semnpre più cercando di attirare consensi a destra e a sinistra. Quando parla di: solare, sostenibilità ambientale, legalità, trasparenza, rinnovamento della classe dirigente, cerca di attirare consensi di sinistra. Quando parla di: uscire dall’euro, non allo ius soli, oppure quando è andato dai leghisti a dire che sono stati colpiti dal tritacarne mediatico, solo perchè sono all’opposizione (la vecchia teoria democristiana e berlusconiana della giustizia ad orologeria, cosa che se la facesee un politico del PD o PDL, chissà cosa direbbero i grillini), cerca di intercettare il consenso populista di destra.
E’ al suo massimo e la classe politica è oggettivamente in difficoltà, per cui sa che può fare tutte le sparate che vuole, non è mica stupido!!! Nel breve termine questa strategia paga, ma alla lunga……………….

AH AH, non ho mai letto un articolo di parte scritto peggio nemmeno sul giornale, notoriamente il piu’ usato per confezionare cappelli da muratore o nei bagni della metropolitana. Io capisco che un movimento di cittadini incensurati possa dar fastidio ma attaccarlo in questo modo puerile dovrebbe comportare la radiazione immediata dall’ordine dei giornalisti o dai canili municipali come in questo caso.
Qui non si tratta di pensarla in modo diverso (essere liberi invece che schiavi ottocenteschi) ma proprio non c’e’ alcun motivo di confronto, vi pare che Grillo anche sotto l’effetto delle benzodiazepine possa aver detto una cosa simile?
I commenti deliranti fanno ancora piu’ ridere , gente che discute sul nulla e risponde al nulla , come del resto sto facendo io perdendo 10 secondi della mia vita . Ragazzi GET A LIFE, cambiamolo questo paese , se non vi piace grillo riunitevi e fate proposte alternative ma lasciate perdere il sistema autoreferenziale della politica che ha portato allo sfascio questo paese

saluti

PS non tornero’ mai piu’ su questo sito quindi potete evitare di rispondere

Il vostro articolo è “degno” dell’informazione di bassissimo livello che si fa ormai in Italia. Prendete UNA parola di un’intera intervista e costruite una sceneggiatura da diventare un film (corto però perché mancano altri argomenti). Non entro in più dettagli perché non ne vale la pena spendere più parole e tempo a scriverle. Spero che Grillo non farà una “replica”, non metterà in link il vostro articolo di basso livello e di pochi contenuti, dandovi la visibilità che state cercando provvocando l’apparizione di un link al vostro articolo al seguitissimo (per via dei contenuti e della coerenza) blog di Beppe Grillo.

Dico solo che, oltre ad Antonia che nominate già voi, che è stata candidata senza nessun problema ed eletta col m5s come consigliere al suo Comune, anche io stessa non sono cittadina italiana, sono greca di origine e di nazionalità, ma sono residente a Roma dal 2000 e non ho mai avuto problemi e discriminazione nessuna nell’esere al m5s, ho conosciuto Beppe Grillo personalmente e non ho mai notato il minimo di questa disciriminazione che vi “immaginate”.

Le vostre elucubrazioni mentali sull’ius soli, classica elucubrazione sinistroide per riuscire a trovare qualcosa che convinci i cittadini ormai stra-stuffati anche di loro come di tutti i partiti, di avere una minima differenza dalla destra, non c’entrano nulla con la originalità di pensiero di Grillo e con la sua apertura mentale e coraggio da andare avanti e anche contro concetti tradizionalisti. Non vado oltre, proprio per non dedicare troppo tempo a un articolo fazioso che cerca solo di portare visibilità a un portale online mettendo un link al blog di Grillo, dico solo che lo stesso Beppe Grillo – che avete dipinto come un xenofobo – è sposato con una donna non italiana. Non solo non è italiana la moglie di Beppe Grillo, ma non è nemmeno comunitaria, non è nemmeno cristiana di religione, la moglie di Beppe Grillo è iraniana dunque voi siete di cativa fede oppure (probabile) vi siete rincoglioniti dal lavaggio di cervelo che fanno a chi informa il popolo italiano, fate parte della classe del giornalismo di bassissimo livello. Magari andate in Inghilterra a fare qualche corso intensivo di giornalismo anglossassone, potrete forse rialzare un pochettino il vostro livello e dunque anche la vostra visibilità senza dover contare a qualche link al blog di Grillo per far arrivare qualche nuovo lettore al vostro portale che viene per rispondere al vostro fango.

P.S. Lo Stato italiano non permette a chi non è cittadino italiano neanche di votare alle elezioni (tranne a quelle comunali e municipali) e non li permette di candidarsi nemmeno come cancidato sindaco o presidente del municipio – dunque, mo’ andate a dire che pure lo stato italiano “vuole solo italiani”???? Siete veramente di una bassissimo livello di pensiero, di cultura, di intelligenza….

ma che razza di considerazioni! Certo che DEVE essere cittadino Italiano! L’ iscrizine serve anche per costituire le liste civiche certificate! Da quando un cittadino NON italiano può candidarsi? I requsiti per la candidatura li ha stabiliti la Lega? O la Costituzione? Non si ditemi voi…

E da nessuna parte sta scritto che il M5S è contrario a concedere la cittadinanza anche agli stranieri!
Ogni tanto sarebbe opportuno accendere i cervelloprima di voler parlare di qualcosa, specialmente se sitratta di questioni importanti

paolo: “l’adesione al movimento è aperto a tutti i cittadino Italiani, vuol dire con cittadinanza italiana, puoi essere anche svizzero, l’importante è che tu sia cittadino italiano.”

Ma voi sapete quanto è difficile per uno straniero, anche in regola con i permessi e che paga le tasse, ottenere la cittadinanza italiana?
Sapete quanti figli di cittadini extracomunitari, anche se nati e vissuti in Italia, non hanno la cittadinanza italiana?
Invece di parlare a vanvera di democrazia dal basso e di partecipazione, perché non provate un po’ a informarvi delle cose e a parlare con cognizione di casa?

Allora: un marocchino che vive in Italia, paga le tasse, ha un lavoro, una casa, il permesso di soggiorno, la fedina penale pulitissima, ma NON è cittadino italiano… puà iscriversi al Movimento di Grillo?
Perché no?
Prima di rispondere: guardate che l’iscrizione a un partito è una cosa diversa dalla candidatura a un consiglio comunale o al parlamento. Perché uno che non è cittadino italiano non potrebbe iscriversi a un partito o a un movimento?

Certo che può iscriversi, al movimento sono iscritti anche cileni che vivono in Chile e Argentini che vivono in Argentina. Per iscriverti basta nome e cognome sul blog, tutto qui. Però, secondo la legge italiana, puoi candidarti da qualche parte solo se hai la cittadinanza italiana. E’ la Legge. Grillo ogni tanto sbaglia le parole, lapsus, si distrae facilmente non è la prima volta che vuole dire una cosa e usa parole sbagliate. Intendeva dire CANDIDARSI non ISCRIVERSI, lo si capisce dal fatto che parla di “controllare la fedina penale”, cosa che ovviamente non viene fatta per i centinaia di migliaia di iscritti ma solo per coloro che si candidano, com’è giusto che sia. Ha sbagliato a parlare ma razzola bene fidati 😉 Sostituisci Iscriversi con Candidarsi e vedrai che l’intera disputa e discussione svanisce nel nulla.

Bravo FRANCESCO, io mi sento male da straniera onesta,sempre lavoratrice,a sentire cose del genere, sono qui da 15 anni e mi sento più italiana che straniera,vivo qui, lavoro, pago quello che c’è da pagare, rispetto le leggi,e mi faccio i fatti miei, visto che Grillo la pensa in quel modo è meglio di lasciarlo perdere………..

Aticoli 5 e 7 del “Non statuto”, l’adesione al movimento è aperto a tutti i cittadino Italiani, vuol dire con cittadinanza italiana, puoi essere anche svizzero, l’importante è che tu sia cittadino italiano.

ARTICOLO 5 – ADESIONE AL MOVIMENTO
L’adesione al MoVimento non prevede formalità maggiori rispetto alla registrazione ad un normale sito Internet. Il MoVimento è aperto ai cittadini italiani maggiorenni che non facciano parte, all’atto della richiesta di adesione, di partiti politici o di associazioni aventi oggetto o finalità in contrasto con quelli sopra descritti.
La richiesta di adesione al MoVimento verrà inoltrata tramite Internet; attraverso di essa, l’aspirante Socio provvederà a certificare di essere in possesso dei requisiti previsti al paragrafo precedente.
Nella misura in cui ciò sia concesso, sulla scorta delle vigenti disposizioni di legge, sempre attraverso la Rete verrà portato a compimento l’iter di identificazione del richiedente, l’eventuale accettazione della sua richiesta e l’effettuazione delle relative comunicazioni.
La partecipazione al MoVimento è individuale e personale e dura fino alla cancellazione dell’utente che potrà intervenire per volontà dello stesso o per mancanza o perdita dei requisiti di ammissione.

ARTICOLO 7 – PROCEDURE DI DESIGNAZIONE
DEI CANDIDATI ALLE ELEZIONI
In occasione ed in preparazione di consultazioni elettorali su base nazionale, regionale o comunale, il MoVimento 5 Stelle costituirà il centro di raccolta delle candidature ed il veicolo di selezione e scelta dei soggetti che saranno, di volta in volta e per iscritto, autorizzati all’uso del nome e del marchio “MoVimento 5 Stelle” nell’ambito della propria partecipazione a ciascuna consultazione elettorale.
Tali candidati saranno scelti fra i cittadini italiani, la cui età minima corrisponda a quella stabilita dalla legge per la candidatura a determinate cariche elettive, che siano incensurati e che non abbiano in corso alcun procedimento penale a proprio carico, qualunque sia la natura del reato ad essi contestato.
L’identità dei candidati a ciascuna carica elettiva sarà resa pubblica attraverso il sito internet appositamente allestito nell’ambito del blog; altrettanto pubbliche, trasparenti e non mediate saranno le discussioni inerenti tali candidature.
Le regole relative al procedimento di candidatura e designazione a consultazioni elettorali nazionali o locali potranno essere meglio determinate in funzione della tipologia di consultazione ed in ragione dell’esperienza che verrà maturata nel tempo.

P.s.: Sopra qualcuno ha scritto:

“Tutte le donne e gli uomini, maggiori di quattordici anni, INDIPENDENTEMENTE DALLA LORO CITTADINANZA possono iscriversi a SEL” (Statuto di Sinistra Ecologia Libertà, art.2 comma 1)”

Si è dimenticato di scrivere anche che al momento dell’adesione ti vengono richiesti anche gli estremi della carta di credito….

Ma dove le trovi queste idiozie??? Io sono iscritta al SEL, lo ero da straniera e lo sono ora da italiana, e nessuno mai mi ha chiesto la carta di credito! Ma vi rendete conto delle bischerate che andate a dire in giro?
Grillo esclude a priori dal suo movimento i cittadini stranieri che risiedono regolarmente in Italia e che possono e vogliono partecipare alla vita politica in Italia, nei limiti consentiti dalla legge, e questo è vergognoso (perfino la Lega ha osato di più…). Specialmente ora che sempre più spesso si parla di concedere il diritto al voto alle amministrative ai cittadini stranieri.
GRILLO e’ RAZZISTA!!! Lo ha dimostrato in più occasioni. Sostenetelo se vi pare, ma fatelo con occhi e orecchi ben aperti e con la mente libera.

…sua moglie è iraniana… non serve essere italiani per iscriversi al M5S, ciò che intendeva dire Grillo (sbagliando i termini, ma per chi segue il movimento è chiaro l’errore di espressione) è che per CANDIDARSI bisogna avere la cittadinanza italiana…è la legge della repubblica italiana. Senza cittadinanza italiana non ti puoi candidare. Nel M5S per iscriverti basta nome e cognome sul blog. Quindi è ovvio che intendeva CANDIDARSI e non ISCRIVERSI. L’M5S raccoglie iscritti da ogni parte del mondo anche dal Chile! Gente che vive in Chile e di italiano non ha nulla, perchè per iscriversi non serve nulla, nemmeno pagare o avere una tessera. Però per candidarsi serve la cittadinanza italiana, è la legge. Questo era il senso, detto male, ma basta leggere lo statuto del movimento per vedere che il razzismo se lo inventa chi vuole vederlo. Di stranieri anche senza cittadinanza italiana il movimento pullula. Anche a voi auguro occhi e orecchie aperte e mente libera…e attenti alle strumentalizzazioni dei giornali di parte! 😉 “Siamo tutti cittadini, nessuno verrà lasciato indietro!”

http://www.sinistraecologialiberta.it/tesseramento2012/

Mi assumo ogni responsabilità, nel caso in cui mi fossi sbagliato chiedo scusa, magari al termine della procedura d’iscrizione la carta non te la chiedono, ma se per tutto l’iter di registrazione mi ritrovo a destra una finestra che mi informa su tutte le modalità di pagamento accettate un dubbio mi viene…iscriversi al MoVimento (non candidarsi, per il quale francamente credo proprio sia obbligatoria per legge la nazionalità italiana) richiede null’altro che inserire i propri dati e copia della carta d’identità per certificare il tesseramento, che io sappia a nessun non-italiano è stata rifiutata l’adesione…

condivido le tue idee, a me sinceramente non mi è mai piaciuto, volgare, sa tutto lui, se il suo movimento non accetta gli stranieri vuol dire che è un razzista, dobbiamo aprire gli occhi………

In secondo luogo non mi pare tanto corretto titolare: Grillo: “Nel M5S voglio solo italiani” (tra le righe Grillo è un razzista)tra l’altro frase mai pronunciata da lui, ma estrapolata da una regola del non statuto .. e poi nelle ultime righe nascondere la mano dicendo che solo si vuole chiarire l’incoerenza formale ecc..

Ci si attacca a tutto pur di attaccare il M5S, e di dipingere Grillo come il nuovo aspirante dittatore … nei fatti lui continua con coerenza a spingere cittadini comuni alla partecipazione, fare da garante di una serie di regole (non decise da lui ma dal movimento sul web) che danno senso al movimento (se no tanto vale fondare un altro pdl o udc..) a non candidarsi… e il famoso “Diktat” di Grillo sul city manager a Parma? il sindaco di Parma ha comunque assunto il tecnico sgradito a Grillo.. ma questo non ha fatto tanta notizia, neanche una prima pagina..

Secondo il Non Statuto “il movimento è aperto ai cittadini italiani maggiorenni che non facciano parte, all’atto della richiesta di adesione, di partiti politici o di associazioni aventi
oggetto o finalità in contrasto con quelli sopra descritti” il che secondo me significa che qualsiasi straniero con la cittadinanza italiana può iscriversi e deve essere incensurato.
Sono poche regole che io ritengo doverose e che devono essere rispettate.
Chi ha un idea diversa continui a sostenere i partiti ladri che hanno distrutto il paese sino ad ora con una democrazia che di democratico ha ormai poco a partire dalla legge elettorale..
Trovo che, visto il buon consenso ormai ottenuto, si stia attuando una forte opera di screditamento mediatico sul movimento ma è normale, hanno tutti una gran paura..dai partiti ai giornali di partito..
Continuate pure così!

Grillo è un popusita e un razzista. questo sito internet ha fatto bene a evidenziare queste posizioni veramente preoccupanti.

…sua moglie è iraniana…e non serve essere italiani per iscriversi al M5S, ciò che intendeva dire Grillo (sbagliando i termini, ma per chi segue il movimento è chiaro l’errore di espressione) è che per CANDIDARSI bisogna avere la cittadinanza italiana…è la legge della repubblica italiana. Senza cittadinanza italiana non ti puoi candidare. Nel M5S per iscriverti basta nome e cognome sul blog. Quindi è ovvio che intendeva CANDIDARSI e non ISCRIVERSI.

Dopo 150 anni dalla creazione del paese Italia non abbiamo acquisito un minimo di coscienza civile e politica, ragioniamo ancora con la scissione tra Stato e popolo e per questo motivo continuiamo a cercare il monarca illuminato che possa esaudire nello Stato i nostri bisogni di “individui”.
La nostra non riesce ad essere una democrazia intelligente e partecipata, dove non risaltino “individualità” ma il bene comune, per cui accade che consentiamo a chi veramente esercita il potere su di noi di farci eleggere un capo: Mussolini, Craxi, Berlusconi, Grillo … in cui identificarci.
Non è un caso che al Movimento 5 stelle siano andati i voti della Destra, che professa il benessere individuale come prioritario rispetto al bene comune, non è un caso che Grillo sia cittadino svizzero, così come Berlusconi era figlio di un dipendente di banche svizzere … ma il problema non sono loro, ma siamo noi che continuiamo a delegare ad altri la nostra intelligenza!

Grillo è trent’anni che dice le stesse cose. Cacciato dalla rai per aver detto che Craxi era un ladro…poi s’è scoperto aver ragione. Dice ciò che la gente pensa, ciò che la gente ha sempre saputo ma non ha voluto crederci, dice ciò che la gente che ha aperto gli occhi ora è in grado di capire appieno. Non a caso l’M5S prende voti da ex elettori di PDL, PD, Lega Nord, IDV, UDC, e tutti gli altri gruppi politici. Grillo non si candida, perciò non diventerà nè un Mussolini, nè un Craxi, nè un Berlusconi. Dimenticatevi del Megafono Padre del movimento, guardate ai fatti, alla realtà, allo spirito del M5S. Guardate cosa stanno facendo i loro eletti. Chi s’è informato bene al riguardo ha fatto la sua scelta..l’M5S è un miracolo per l’Italia e sempre più gente lo sta capendo. Grazie a dio.

Controlla ben male, il suo partito è pieno di ex tesserati e trombati di partito. Primo fra tutti Putti che correva da sindaco a Genova.

Sì ma spiegatela chiaramente la contraddizione della donna rumena che lascia il M5s: se il movimento non accetta stranieri com’era possibile che una donna rumena ne facesse parte? Nella postilla non l’avete spiegato bene, argomentate please! Invece di scrivere cagate da parte di chi vi paga, sporchi pennivendoli!

Nel m5s sono ISCRITTI moltissimi stranieri.
Basta andare pochi minuti sul blog e tentare di iscriversi per provarlo.
Per l’ ISCRIZIONE non viene richiesta la nazionalità italiana.

Si Grillo ha sbagliato, intendeva dire “si può CANDIDARE” invece ha detto “ISCRIVERE” sbagliando. Per iscriverti non serve altro che il tuo nome e cognome sul suo blog. Ma è ovvio, che se vuoi candidarti da qualche parte DEVI PER LEGGE avere la cittadinanza italiana..altrimenti non puoi. Puro rispetto della legge, chi vuole vederci razzismo e xenofobia, si ricordi per favore che Grillo è sposato con un’iraniana. Poi comunque Grillo può benissimo essere un coglione, a me non importa, l’M5S è un miracolo per l’Italia e io ci crederò fino all’ultimo, e sarò sempre grata a Grillo per avergli dato vita. Io guardo ai fatti non alle parole. E i fatti del M5S valgono più di decenni di fatti del resto della classe politica. I candidati M5S sono onesti, vicini al popolo, antisprechi, anticorruzione, ambientalisti, cittadini come noi. A me non serve altro.

Divertente!
I grillini (quelli intelligenti) provano a fare esperimenti di democrazia e il patetico Don Chisciotte col suo fido Sancho Panza, urla e impone la sua retorica usando l’arma dell’espulsione e della pulizia (oramai anche etnica, direi). E il popolicchio che fa? Invece di creare un contraddittorio all’interno di un movimento che si definisce “democratico” e pulito, segue pedissequamente il capo, il boss, il dittatoruncolo di quartiere e lo difende a spada tratta.
Facevano lo stesso con lo psiconano tempo fa.
L’italiano medio dovrebbe impararla dagli “stranieri” che cosa è la libertà, la democrazia e il senso di partecipazione.
auguri!

L’anno prossimo valuteremo se GRILLO e’ disponibile a lavorare all’alternativa: la mera protesta non serve per governare. Dalla voglia di sfasciare tutto nascono le dittature. Dove sono le vere proposte per il Paese a parte l’acqua, l’ambiente, l’energia, i trasporti. Quali sono le proposte sul welfare, sulla disoccupazione, sugli esodati, sulle politiche comunitarie, sull’ESM, sul fiscal compact, sviluppo, economia, ecc.ecc. La mera protesta non ci interessa. ‘Se il giorno dopo, a governare e’ solo la protesta, la voglia di sfasciare tutto, cosi’ nascono le dittature, dalle anarchie”. Cosa sanno fare nel merito dei veri problemi quelli che protestano?, perchè contestare non basta”. Possiamo fare un elenco di personaggi che nella critica sono stati capaci, ma non altrettanto nella costruzione. Grillo deve trovare punti di incontro con altre forze per avere la possibilità di operare, non solo di blaterare. Molto spesso costruiamo aspettative verso persone che non valgono niente. Nel caso del Movimento 5 Stelle bisogna valutare caso per caso, perche’ ci sono persone valide ma anche venditori ambulanti.

“Chi si iscrive deve essere cittadino italiano, deve risiedere in Italia, deve pagare qui le tasse, non deve essere iscritto a un altro partito. Io controllo queste cose qua”.
Io aggiungerei: CHI SI ISCRIVE NON DEVE AVER FATTO DUE CONDONI TOMBALI E NON DEVE AVER RICORSO ALLA SACRA ROTA PER FAR ANNULLARE IL SUO MATRIMONIO E QUELLO DELLA COMPAGNA PER POTERSI RISPOSARE IN CHIESA.
Io controllo ANCHE queste cose quà.

Nella mia permanenza nel meet up e poi nel ms 5 stelle, a Bologna,non si è mai avvicinato un extracomunitario alle riunioni e mi ha stupito che si era candidata nel 2011 una signora(e era stata eletta) con il cognome non italiano, infatti dopo qualche mese si è dissociata…nulla da dire a parte le dichiarazioni del capo nel ms5 stelle vige il razzismo verso il diverso che sia straniero o omosessuale….( vedrete che prima o poi arriverà anche qwualche dichiarazione omofoba)

Uno straniero non è candidabile a meno che non abbia preso la cittadinanza. Però è bene accetto nel movimento!

Nel M5S, per dire, sono iscritti anche cileni che vivono in Cile e argentini che vivono in argentina senza cittadinanza italiana. Errore di espressione di Grillo. Voleva dire CANDIDARSI, non ISCRIVERSI, per iscriversi basta digitare nome e cognome sul blog e premere invio, senza nè tessere nè quota di iscrizione nè tantomeno cittadinanza italiana. Logico per però poi per candidarti, per legge, la cittadinanza italiana la devi avere. L’errore lo si capisce facilmente dal fatto che dice “controlliamo la fedina penale”, cosa che viene fatta solo per chi si candida e non certo per le centinaia di migliaia di iscritti. Ergo, sostituisci la parola errata iscriversi con candidarsi e tutto questa disputa e scandalo perde significato. Per dirla alla Bersani…siamo tutti qui a tagliare via i bordi ai toast..per nulla.

Non capisco tutti questi commenti contro un movimento che, almeno d’acchito, sta dimostrando con i fatti quello che dice: niente rimborsi, stipendi dei suoi eletti adeguati, no inceneritori, si ecologia, (quella vera, non di Scanio Pecoraro)E voto agli italiani. Non c’entra il colore della pelle o dove sei nato. In Italia ci sono molti stranieri “italiani”. O forse sono migliori quegli stranieri che vengono in Italia prendono i sussidi, la pensione minima e se ne tornano stravaccati a casa loro, facendo spendere al nostro stato anche le commissioni di invio.

“Tutte le donne e gli uomini, maggiori di quattordici anni, INDIPENDENTEMENTE DALLA LORO CITTADINANZA possono iscriversi a SEL” (Statuto di Sinistra Ecologia Libertà, art.2 comma 1)

“CHI SI ISCRIVE AL MOVIMENTO 5 5 STELLE DEVE ESSERE CITTADINO ITALIANO, deve risiedere in Italia, deve pagare qui le tasse, non deve essere iscritto a un altro partito. Io controllo queste cose qua” – Giuseppe Grillo, 31/05/2012

Farneticazione neo-naziste, Grillo non fai più ridere. Non è più il momento delle battute, se le vuoi continuare a fare vai a lavorare in un circo! Basta con queste cazzate, mi parla lui di Rivoluzione Culturale?!? Ma chi sei tu per dirmi questo?!? Abiti in Svizzera ma poi vien qui a parlare di confini nazionali. Parli di fedina penale pulita ma poi la tua è sporca. Parli di buffoni che fanno politica, senza accorgerti che tu sei il primo. Parli di democrazia e libertà ma appena qualcuno nel M5S si stacca dalle tue affermazioni, tu lo fai “fuori” politicamente. E tu, BEPPE GRILLO, vorresti fare una rivoluzione culturale?!? Ripeto, non sei più divertente. Lascia che questo partito cresca da solo se vuoi il bene dell’Italia, altrimenti sappi che già siamo stati governati da un pagliaccio e sai anche tu come ci ha ridotti. Non abbiamo bisogno del bis, infarcito di buoni propositi ma scarsa coerenza e intelligenza!!!

E’ semplice, se la discriminante è l’onestà ok, se invece stiamo parlando di razze, cittadinanza, confini il M5S è su una china sbagliata. Il successo alle ultime elezioni comunali è come il successo della lega, ha il fiato corto perché si basa sulla rabbia e non sul futuro che è multietnico, multiculturale, basato su doveri e diritti condivisi dalle persone che lavorano, pagano le tasse, rispettano la legge. Il futuro deve essere lo “Stato di diritto” vero

Certo che uno straniero può iscriversi, al movimento sono iscritti anche cileni che vivono in Chile e Argentini che vivono in Argentina. Per iscriverti basta nome e cognome sul blog, senza nè tessera, nè quota d’iscrizione nè cittadinanza. Però, secondo la legge italiana, puoi candidarti da qualche parte solo se hai la cittadinanza italiana. E’ la Legge. Grillo ogni tanto sbaglia le parole, lapsus, si distrae facilmente non è la prima volta che vuole dire una cosa e usa parole sbagliate. Intendeva dire CANDIDARSI non ISCRIVERSI, lo si capisce dal fatto che parla di “controllare la fedina penale”, cosa che ovviamente non viene fatta per i centinaia di migliaia di iscritti ma solo per coloro che si candidano, com’è giusto che sia. Ha sbagliato a parlare ma razzola bene fidati. Sostituisci Iscriversi con Candidarsi e vedrai che l’intera disputa e discussione svanisce nel nulla. La cosa divertente è che dalle tue parole hai dimostrato di avere le stesse idee del M5S, hai lo stesso spirito 😉 ti consiglio di informarti, credo ti troveresti bene. Comincia dalla pagina facebook di Giovanni Favia o da quella di Federico Pizzarotti. Sempre se ti va ovviamente. E non si basa sulla rabbia..si basa sulla speranza. “Cambiare il paese per non cambiare paese” come dice Favia 😉

la sigla del Movimento 5 Stelle assomiglia molto a una abbreviazione usata solitamente dai servizi segreti, M5S, un presagio poco piacevole.

Questa è la più grossa cavolata di motivazione anti-movimento 5 stelle che abbia mai sentito xD cioè non ti piace il nome… Movimento 5 Stelle ti suona minaccioso…wow. Ti prego dimmi che non hai ancora il diritto di voto…perchè sennò non voglio nemmeno sapere cos’hai votato finora basandoti sul nome del partito…

QUESTO TITOLO E’ FUORVIANTE!!! Leggete meglio l’articolo testine !!!

DOMANDA:
Sarà, ma sul simbolo c’è scritto http://www.beppegrillo. it. Il simbolo è suo. Proprietà sua.
RISPOSTA:
«Certo. È mio e deve rimanere mio perché è la garanzia che chi si iscrive deve essere incensurato e mi deve dare la fedina penale. Chi si iscrive deve essere cittadino italiano, deve risiedere in Italia, deve pagare qui le tasse, …..

CONCLUSIONE:
è ovvio che chi vuole usufruire di un simbolo di un partito italiano deve essere italiano…. mica lasceremo iscrivere i tedeschi, i francesi ecc ecc… con tutto rispetto per gli stranieri ma chi deve mettere a posto l’Italia deve essere italiano

Mi spiace deluderti, ma l’europa è piena di partito che lasciano iscrivere i cittadini italiani. Un italiano è stato eletto col Labour Party in Inghilterra e un italiano è candidato alle legislative in Francia col Front de Gauche…

Grillo di qua, Grillo di la, sono 8 anni che seguo le inc…..ure di Grillo e mi sono sempre identificato in quello che diceva (e che dice), basta ascoltarlo, non capisco cosa dice di male o di ingiusto, la lingua Italiana è una bellissima lingua, puoi cambiare le posizioni delle parole e la frase cambia totalmente. Ultimamente dopo il botto (che morfeo napolitano non ha sentito ma gli Italiani/italioti sì), sto finalmente mostrando la mia appartenenza al M5S, sono passato dal “ma figurati un comico cosa può fare” a “eccolo un’altro che segue Grillo con la bocca aperta”, come se chi ha seguito con la bocca aperta berluscazzoni e bersani fosse intelligente. Comunque ho capito una cosa, chi è interessato incazzato e curioso si informa fa domande va sui siti del movimento e rimane soddisfatto, d’altra parte non potrebbe essere altrimenti, il movimento ti propone di essere tu gestore della politica del territorio, che altro si vuole… chi invece è ancora illuso o vuole ancora esserlo, per un motivo o per un altro, vuoi x convenienza vuoi x ignoranza da retta ai media; vedendo i miei stemmini del Movimento, insultano tipo sfottò calcistico, immotivatamente, e così facile rispondere azzittire queste persone e alla totale stupidità ignorante dei loro banali attacchi. Cosa devono attaccare?! loro che seguono (in tv) i partiti, cosa ritengono ingiusto del Movimento?! non capisco proprio, ma è così bello dire ad un avvocato, che mi dice se voglio dei soldini, guardando il mio portapenne con lo stammino del M5S, “guarda che noi non siamo come il partito che tu voti, noi i soldini non li vogliamo; oppure appunto un’altro “ecco lui è uno di quelli che seguono Beppe Grillo con la bocca aperta”, gli rispondo: “e tu chi saresti invece quello intelligente che ha seguito con la bocca aperta Berluscazzoni? non rispondono più… hahaha ridicoli. tutto questo per consigliare a voi scettici, indecisi o orfani dello stato in cui stupidamente (ma non per colpa vostra) avete creduto, se vedete delle critiche al Movimento o molto più facile a Grillo, non commentate stupidamente, andate sui blog del Movimento e informatevi mettetevi a confronto, vi renderete conto che certi organi di informazione, cercano di continuarvi a prendere per il culo,il Movimento siete voi, siamo noi sono i cittadini, gli altri sono politici che vogliono solo far cassa, cazzo ma non ve ne rendete conto?

Mi piace quel “deve pagare le tasse”, spero intenda in modo corretto Mi diventerebbe simpatico se nel M5S ci fossero solo iscritti che pagano regolarmente le tasse. Sicuramente controllerà, avrà un archivio dati….una bella schedatura

Se non sei italiano non ti puoi candidare, mi pare. È la legge, Grillo non c’entra niente. 😉

Nulla o nessuno impedisce a chicchessia di partecipare alle attività del movimento.

No Fabio. E’ ovvio che per candidarsi si debba essere cittadino italiano. Ma Grillo dice che noon si può iscrivere.E’ un’altra cosa! Infine con questa storia del certificato penale Grillo non ha inventato niente. Da due anni il PD richiede a chi avanza richiesta di iscrizione la presentazione del certificato penale. E’ una mia esperienza personale e lo so bene. Allora ?
Circa le tasse che fa? Fa presentare il 730?
Poi è ovvio che si iscrive ad un partito non deve3 essere iscritto ad un altro.Qual’è la novità? Ti risulta che ci siano in Italia cittadini iscritti a due partiti diversi? Solo i radicali rivendicavano il diritto alla doppia iscrizione.Ma nessun partito lo ha consentito.

Difatti Grillo non si candida. Difatti sua moglie, presumibilmente, è cittadina italiana, e di sicuro risiede in Italia. Il problema vero di Grillo è che ogni attacco che gli si rivolge è facilmente confutabile. Per quante pecche gli si possano trovare nessuno può accusarlo di aver rubato soldi pubblici, né di aver corrotto finanzieri o magistrati, né di aver avuto rapporti con organizzazioni criminali.

Si può dire “non mi piace”, ma non è sufficiente.

Casaleggio puah! L’Italia nelle mani di questo delinquentello filo israeliano. Fuori dai maroni questo viscido personaggio. Che si suicidi.

Questo dimostra che Basaglia ha fatto troppi danni. Soprattutto a quelli che scrivono che sono d’accordo.

Bravo Roberto! Basaglia aveva buone intenzioni, ma i grillini gli sono scappati di mano.

I diritti politici sono quei diritti che uno Stato riconosce ai propri cittadini (sono cioè dei diritti civili) perché essi possano partecipare attivamente alla vita politica e alla formazione delle decisioni pubbliche, sempre se in possesso del diritto di voto. Tali diritti rappresentano la tipica espressione dell’autogoverno del popolo (o sovranità popolare).

Per tanto!
Per far parte del Movimento 5 Stelle (Italiano) bisogna essere Italiani, ed avere diritto al voto in Italia. (Nulla di razzista!)
Quindi risparmiate il vostro terrorismo e la vostra ondata di disinformazione, per tagliare le gambe ad un movimento genuino come questo, Tanto hanno vinto prima ancora di nascere.

non e’ quello che Grillo dice che da’ fastidio…e’ il modo.Ne abbiamo le tasche piene di capipopolo che gridano,insultano e minacciano.ne abbiamo le tasche piene di percentuali medie, basse,misere e miserrime che pretendono ,promettono,minacciano di cambiare tutto e tutti per poi cadere nel vaniloquio piu’ sfrontato.Personalmente sto a guardare quello che il M5S sapra’ fare di concreto nelle sue citta’, poi decidero’ se votarlo o meno…Solo vorrei una maggiore chiarezza negli obiettivi :Grillo parla a nome del M5S o no? Ogni volta qualcuno si dissocia.Abbiamo le tasche piene di politicanti che cambiano idea o si “dissociano’ dal loro partito a ogni proposta. Ma soprattutto, fatelo tacere! Sara’ anche divertente,ma per chi e’ ancora guardingo come il sottoscritto, vi assicuro che questi atteggiamenti sono “troppo”.

Vedi Mario la tua scelta di stare a guardare non ti permette di essere attivo come ogni cittadino dovrebbe in un sistema democratico ….ma tu stai a guardare chi ruba la tua quota di Libertà … ritagliarti un ruolo che a posteriori giudicherà quello che altri hanno fatto in tua ASENZA forse ti appaga… CONTENTO TU….

Tanto per cominciare non faranno il mega deposito di gas a Parma… chi ben comincia e’ a meta’ dell’opera, cita un antico e saggio proverbio

forse voleva dire inceneritore, e quello non si fara’ piu’ buon per voi e per chi mangia i prodotti locali….

A Morpheus, ma va a ripassarti la lezione! Qui non si sta discutendo di diritto al voto ma di diritto alla partecipazione alla vita politica del paese, e questa non solo è garantita a tutti, ma è pure l’elemento chiave nel processo dell’integrazione. Grillo sta dirigendo questo movimento con metodi totalitaristi, da vero fascistone qual’è. Non ho dubbi che chi lo segue lo faccia in buona fede e perché è veramente disilluso dalla politica attuale ma non rendersi conto della deriva verso la quale sta remando Grillo, è da ciechi.

qui si sta parlando di chi eleggere come rappresentante dei cittadini ITALIANI che dovra amministrare la vita ITALIANA pagata con le tasse degli ITALIANI perciò non si parla di italiano di nascita o straniero con permesso di soggiorno, si parla di chi abbia e mantenga cittadinanza o perlomeno residenza in Italia e CHE PAGHI LE TASSE IN ITALIA il paese che dovranno amministrare, non c’è nessun razzismo ma logica e coerenza

beh questa e’ solo una delle tante sciocchezze a cui si stanno aggrappando per cercare di arginare il M5S. Finora il risultato e’ quello di averlo portato in poco tempo da un 5% al 15/20…. continuate così e Grillo porterà il movimento davvero al 100%…

E dove sta scritto che può iscriversi ad un partito solo una persona che può votare? Se fosse così non potrebbero iscriversi neanche i minorenni…

Veramente no.
Ad un’associazione ed un partito si può iscrivere chiunque, non solo chi ha diritto di esprimere il voto.
Il punto poi è che Grillo, a più riprese, ha detto che considera italiano chi è nato da genitori italiani “puri” (come Mussolini e fascistelli vari). E’ escluso chi acquisisce la cittadinanza come previsto dalla legge, ed infatti il fascio-Grillo si è scagliato anche con la proposta, ragionevolissima, della cittadinanza per ius solii.
Avvisatemi quando marcerete su Roma.

Che vuol dire se ha una moglie iraniana?? Anche la moglie di Bossi e’ meridionale ……

Vedrai che la moglie non si candidera’. Ma tutto questo non e’ razzismo, sono solo regole. Tu pensi che se andassi in Iran potresti iscriverti ad un partito iraniano?

In Iran non c’è la democrazia, qui da noi si altrimenti potremmo fare una legge che recita in questo modo:- A tutte le persone che si chiamano Giulia è vietato l’accesso alle cariche pubbliche-.

E chi te l’ha detto che in Iran non c’è democrazia? A livello di amministrazioni locali ( Comuni) in Iran si vota ,Se è per questo anche Ahmadinejad ( purtroppo ) è stato votato.
L’Iran è un paese giovane (età media 25 anni).Sono informati,vanno sul web,vogliono gli stessi diritti e le stesse possibilità dei loro coetanei Secondo te quando potrà durare ancora un governo che vieta ai ragazzi di baciarsi ai giardini pubblici.In questo momento è in corso in Iran una feroce lotta politica e gli USA con il loro comportamento rafforzano la destra di Ahmadinejad che così trova la scusa di accusare tutti quelli che lottano per il cambiamento di essere “anti patriottici” Vecchio trucco che funziona sempre.

“Chi si iscrive deve essere cittadino italiano, deve risiedere in Italia, deve pagare qui le tasse, non deve essere iscritto a un altro partito.” Prima di sparare cannonate contro gli altri imparate la lingua italiana e studiate il diritto. Non voglio essere offensivo, ma non ha detto nulla di sbagliato, anzi è da ammirare quanto un gruppo di persone stia facendo per migliorare il proprio territorio, tagliando fuori dai centri di potere persone che pensano solo al proprio tornaconto.

chi risiede in italia, lavora qui, paga qui le tasse…mi sembra che anche gli stranieri entrano nella stessa pentola

Ah! Non ha detto nulla di sbagliato eh? Tu quanti anni hai? troppo giovane forse per ricordare quando gli italiani se ne andavano mestamente oltreoceano per cercare lavoro e un futuro per i propri figli, lasciando la loro amata terra. Secondo te (che non hai neppure il coraggio di firmarti con il tuo nome) migliorare il proprio territorio significa chiudere le frontiere e costruirci il nostro “bel vivere” come in un bunker ben protetto? Sei forse un nostalgico del Muro di Berlino? Hai mai vissuto all’estero, dove gli italiani sono trattati TUTTI come mafiosi? Hai mai vissuto DAVVERO sotto dittatura? Ti ci vorrebbero un po’ di anni vissuti “pericolosamente”, da immigrato e allora, forse, smetteresti di sparare cazzate, come il tuo beniamino. Ti ricordo che Mussolini, Berlusconi e tanta altra “brava gente” erano e sono “italiani”. E esci dall’anonimato se hai le palle per ferlo.

Io sono straniero dopo 22 anni di residenza. Ne ho 40. Vedendo che tanti giovanni brillanti lasciano il paese di Grillo mi ratrista, come mi rattrista anche la signora che alla venerata età di quasi 80 anni si vergogna di essere italiana. Tu che difendi Grillo secondo me non fai parte delle menti brillanti che vanno via, quindi se parli cosi probabilmente sei il solito figlio di papà che non sai cosa vuol dire lasciare il proprio paese. Ma aime l’italia percolpa di politici -comici -politici almeno nei 22 anni che sono in italia io ha fatto ridere il mondo intero, morire la classe media, distruggere il lavoro e il futuro dei giovanni e riempire il parlamento di coloro che la signora Merlin ha mandato a casa.

Quindi io come tanti altri stranieri paghiamo le tasse che forse tu non paghi perche mantenuto da papà. Inoltre paghiamo anche per rinnovare il permesso di soggiorno ogni due anni. Ma che ne vuoi sapere tu che parli cosi

l’è ura, l’è ura de mucala berlusconi,bersani, casini, maroni, grillo…. a pic e pala!

la mano tesa è quella giusta grillo
la potrai tendere anche in siberia …. per lavorare!