Da settembre gli immigrati potranno lavorare nella Pubblica Amministrazione

Da settembre gli immigrati potranno lavorare nella Pubblica Amministrazione

FacebookTwitterGoogleTumblrLinkedInPinterest


Lavoro e diritti, da settembre un notevole passo in avanti. I lavoratori stranieri potranno infatti essere assunti nella Pubblica Amministrazione; finora era necessaria la cittadinanza italiana.

È stata appena pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la Legge Europea 2013, che permetterà – dal 4 settembre 2013 – anche a chi non ha ancora la cittadinanza italiana di lavorare nella Pubblica Amministrazione; si potrà infatti partecipare ai concorsi pubblici anche se si è titolari di un permesso CE per soggiorno di lungo periodo, dello status di rifugiato o dello status di protezione sussidiaria (art.7 c.1).

Si ribadisce inoltre che “i cittadini degli Stati membri dell’Unione europea” (e quindi, con l’entrata in vigore della legge, anche i titolari di un permesso CE per soggiorno di lungo periodo, dello status di rifugiato o dello status di protezione sussidiaria) “possono accedere ai posti di lavoro presso le amministrazioni pubbliche che non implicano esercizio diretto o indiretto di pubblici poteri, ovvero non attengono alla tutela dell’interesse nazionale“.

Authors

Related posts

aldo scrive:

Sono d’accordo con i criticoni e i rosiconi. Ma sapete cosa vi dico? Se mi danno la possibilità di lavorare nella PA ci vado di corsa e chi se ne frega dell’ indignazione che questo suscita. Ah a propozito, zono ztraniero e me ne vanddo. Fankulo

Micia scrive:

Io spero solamente che, chi entra a lavorare nella pubblica amministrazione e nei concorsi non entri per punteggi o per reddito ma che siano laureati e non come ora che entrano chi ha un punteggio alto perchè non trova lavoro perchè ha famiglia, perchè ha un isee basso perchè allora continueremo nella stessa m… di adesso.. un esempio andiamo a vedere le maestre nelle scuole elementari e medie per non parlare delle superiori, qualcuna non merita neanche d’insegnare eppure ci lavorano in tanti, persone che lavorano solo perchè devono, mentre i ragazzi laureati con voglia di lavorare non gli fanno entrare a lavorare perchè non rientrano nei punteggi!

Stefano scrive:

Non ho nessun problema su questo, ma ero contrario alle riserve come sono contrario alla riserva imposta per decreto da Letta sui precari che genererà una caterva di selezioni truccate e artefatte. Queste sono il vero scandalo italico e in queste la sinistra non differisce dalla destra o almeno differisce in una cosa: a sinistra si è convinti di raccomandare i migliori…

ornella scrive:

ho voglia di vedere ……….con il 40% della disoccupazione giovanile che già abbiamo e i dipendenti pubblici che sono sul piede di guerra perche’ non hanno l’aumento nemmeno quest’anno……..ahahahahahah…..chissa’ dove sarà il lavoro per tutti?????????????? i casi sono due : o la disoccupazione è una bufala, e gli stipendi bassi della pubblica amministrazione pure, oppure fanno le leggi inutili per far vedere che fanno qualcosa

giagio scrive:

Non sono razzista, penso di non esserlo, credo di non esserlo.Fare il confronto dell’emigrazione italiana verso gli Stati Uniti o altre nazioni ricche e quella odierna verso l’Italia è totalmente sbagliato: gli Stati Uniti, la Germania, l’ Australia ecc. avevano territori e risorse enormi, per cui c’erano possibilità enormi di lavoro. Oggi in Italia abbiamo quattro milioni di disoccupati, oltre sei milioni di Italiani vivono sotto la soglia della povertà, per cui è prioritario dare occupazione, sia nel privato che nel pubblico agli italiani, che nel bene o nel male hanno contribuito e contribuiscono a fare la nazione Italia. A chiunque si riempie la bocca di UMANESIMO ricordo che ancora esiste una Costituzione che all’ art. 4 recita: “LA REPUBBLICA RICONOSCE A TUTTI I CITTADINI IL DIRITTO AL LAVORO E PROMUOVE LE CONDIZIONI CHE RENDANO EFFETTIVO QUESTO DIRITTO.” Per cui tutte le leggi e le norme che autorizzano il lavoro degli immigrati, prima che sia attuato l’art. 4 della Costituzione, con la piena occupazione degli Italiani, sono incostituzionali.

NAVPREET scrive:

avete ragione tutti! la vostra paura / critica è giustissima; ormai l’italia è talmente sprofondata in crisi che la gente non ricorda più la differenza fra il bene e male; quando ci troviamo il tali situazione critichiamo tutti. come sempre ci incazziamo con i zingari o migigrati ! ma volevo farvi notare alcune cose riguardo a questo individui tanto “odiosi”…. essendo un’immigrato anche io dal india da quando avevo 12 anni so qualcosa che gli italiani non ammettono e non sanno.
1) per quanto riguarda questo articolo: secondo me giusto che i ragazzi, come me, che studiano e diplomano e laureano qua abbiano la possibilità di lavorare anche in questo settore. come diceva qualcuno qua che abbiamo i ladri e mafiosi nella amministrazione SECONDO VOI UN MAFIOSO O LADRO E’ MEGLIO DI UN IMMIGRATO INTEGRATO?
1.1) qualcuno diceva anche che bisogna dare questi posti agli italiani…. potete avere ragione ! giustamente ! ma per vincere un concorso guardano anche la tua preparazione e capacità, quindi vince il più preparato !
2) usciamo dalla amministrazione pubb. e entriamo in quello privato: molti italiano non vogliono fare certi lavori come lavorare in stalla, fare la badante, baby-sitter, sapete il perchè? perchè molti dicono che questi sono lavori NON nobili ! ED ECCO PERCHE’ IMPRENDITORI E NON SCELGONO STRANIERI ! (solo adesso con la crisi molta gente ha capito che tutti i lavori sono nobili).
3) i miei amici italiani e colleghi di lavori della mia stessa età non vogliono lavorare in officina o sala macchine perchè si sporca ! molti dei miei colleghi hanno lasciato il lavoro perchè volevano lavorare in officio tecnico ( tra altro non avevano ancora trovato un altro lavoro)
4) se volete sapere quanto valgono gli stranieri, andate da un contadino che li fa lavorare anche 15 ore al giorno per 700 euro al mese e ti regala un alloggio nel fienile della stalla (questa cosa l’ho vista con i miei occhi) e lo sfruttato non può dire niente altrimenti viene cacciato.
5) immigrati pagano circa 250 euro + marche da bollo, per rinnovare il permesso di soggiorno, che in maggioranza scade ogni due anni. adesso ho scoperto che x fare la domanda di cittadinanza bisgna versare 200 euro e tanti marchi da bollo. una spesa che si aggira vicino a 300 euro in totale.
6 ) INFINE ARRIVIAMO ANCHE A NOI IMMIGRATI !!! VI STARETE CHIEDENDO MA QUESTO è PAZZO ! NO SIGNORI STO SOLO METTENDO PER SCRITTO QUELLO CHE MOLTI NON VOGLIO AMMETTERE !
allora esistono immigrati che vogliono integrarsi e quelli che resto chiuso ! secondo me bisogna aiutare la prima categoria ad integrare ( gli immigrati che vogliono integrarsi).
io sono provincia di reggio emilia è sono volontario croce rossa da 4 anni , VOI NON AVETE NEANCHE IDEA DI QUELLO CHE POTETE VEDERE NEL NOSTRO COMITATO: NOI STRANIERI SIAMO IN MOLTI… OLTRE A ME CI SONO 2 MOLDAVO , GHANESE, RUSSO, MAURITIUS ECC… secondo voi a gente come noi che vuole abitare in italia non x avere agevolazioni ma anche x integrarsi non debba essere data una possibilità ?

non dico che i stranieri debbano prevalere sui italiani MA DICO SOLO CHE DOVREMMO SMETTERE di dire su sempre ai stranieri.. non siamo diverso da voi.. smettiamo di avere pregiudizi per favore, anche italia è famosa x mafia , camorra ecc.. ma non diciamo che tutti gli italiani sono mafiosi , abbiate un po di senso di ragione !!! non fatevi compatire sempre da certi politici ladri !!!

solo alleandosi si riesce cambiare questo paese che sta andando in frantumi…. abbiamo un parlamento che ci sono più indagati li che nei carceri……

se proprio non riuscite a smettere di odiare i stranieri andate a vedere il cimitero indiano di seconda guerra a Forlì’… anche noi abbiamo lottato per liberare questo paese dal fascismo.

Igor scrive:

Welcome, I was trying to understand that you want to be integrate with our national community and I guess you’re on the right way. Anyway, in this topic we discussing about the opportunity to give a public job to foreigners in Italy. have a question, how many public jobs India give to foreigners? Or another country, if you know.
I am strictly against to give any public job to nobody isn’t italian or european, actually, with the crisis the people is going to be crazy, and I guess news like that are the perfect way to increase the racism.

bye man

Igor scrive:

Il gov è anticostituzionale, anti-italiano, offensivo, sono la per mandarci in defoult, e quando avranno finito il loro lavoro a tutti questi ebeti pseudo progressisti ignoranti finalmente cadrà il sorriso ebete e piangeranno amaro..

Edwin Lopez scrive:

Mmmmmmm senza parole, Ora chi ha ragioni.Monica svegliati oggi viviamo in mondo global. Tutti Governor negli ultimi anni hanno la mentalita come te(trace di fascismo)x cio Italia Sta molto indietro

igli scrive:

Concordo assolutamente con la Roby e tutti gli altri che concordano con lei. Sicuramente questa nuova legge è molto democratica e premia la meritocrazia. Monica se vuoi veramente rendere fiera tuo paese di te, vinci tu il concorso studiando più degli altri ;). Che vinca il migliore

“Nostra patria è mondo intero nostra legge è la libertá”
Pietro Gori. Grazie Leonardo per questa bella frase 🙂

Priscila scrive:

Bravo Roby, hai detto tutto te, non aggiungo altro. Finche’ ci saranno mentalita’ come quelle di Monica l’Italia continuera’ ad essere cosi’ come la vediamo. Che schifo!!!

michele scrive:

non dobbiamo pensare solo gli stranieri che vivono qui in italia
pensiamo anche gli italiani che vivono al estero

Balo4ever scrive:

Bravo Michi respect per te!

ITALIANO75 scrive:

VI FANNO SCHIFO GLI ITALIANI? VERGOGNA !

BISOGNA ABROGARLA

Strummer scrive:

IN REALTA’ UN PO’ GLI ITALIANI MI FANNO SCHIFO…

Nicola scrive:

“Mia cara spero che tu non debba mai emigrare per fame guerra o per amore e trovarti in un paese dove la pensano come te.”

Ma cosa dite? Questo è un predeterminato piano di invasione, colonizzazione e genocidio.

I popoli, o meglio le “genti” non sono intercambiabili.

Non possiamo essere l’ufficio di collocamento del mondo intero!

Si chiama, invece “dumping sociale”, oppure, parafrasando Marx £esercito amministrativo di riserva”.

Mettere noi ed i nostri figli in aperta competizione con tutto il mondo è follia. Anzi sarebbe follia se non fosse, ripeto, un premeditato piano di “Distruzione di massa”.

Tante buone cose…

Leonardo Curti scrive:

“Nostra patria è mondo intero nostra legge è la libertá”
Pietro Gori.

monica scrive:

Che schifo! Così un non italiano sarà messo alla pari con un italiano!
I pochi posti di lavoro devono andare agli italiani!!
Questi governi del cavolo ci stanno mettendo alla fame!!
Non solo manteniamo tutte queste persone nel nostro paese, dovremmo pure dargli il lavoro che spetta a NOI CITTADINI!!
BASTA!!
CHE VADANO VIA DAL NOSTRO PAESE! E non faccio differenze fra marocchini, senegalesi, rumeni, francesi e americani!
Il posto di lavoro SPETTA agli italiani!

ROBY scrive:

Mia cara spero che tu non debba mai emigrare per fame guerra o per amore e trovarti in un paese dove la pensano come te. Chi merita un lavoro non deve avere la cittadinanza italiana guarda quanti poco di buono italiani occupano i posti pubblici , mangiano i ns soldi e non fanno il loro dovere. PEnso che l’importante sia che chiunque faccia il suo dovere e ben venga lo straniero con conscienza al posto dell’italiano “sfaticato” che pensa solo al POSTO

Arrigo scrive:

e tu che lavoro fai?

Silvia scrive:

Le consiglierei di canalizzare la sua rabbia repressa sul fatto che i concorsi pubblici sono truccati e clientelari nel nostro paese, non sulle discutibile differenze fra italiani e non italiani.
Si faccia prescrivere dal suo medico un gastroprotettore, l’ignoranza fa male allo stomaco.

verita scrive:

chi sono i robert de niro ,nancy pelosi ed altri italiani nel mondo figli d’emigrati italiani che sono diventati importanti nei loro paesi d’adozione .aprite gli occhi. monica sei stupida

Arrigo scrive:

Tu sei stupida, stai confondendo gli USA con l’Italia, ma hai mai visto un mappamondo? Gli USA sono uno stato federale composto da più di 50 stati, e quando gli italiani sono emigrati chiedevano loro immigrazione SOTTO QUOTE. VAI A STUDIARE CHE verità si scrive con la “à”.
Per altro gli italiani sono stati l’ultima categoria salariale, pdopo cinesi e afro-americani, i più discriminati in assoluto.

saer scrive:

sei un ignorante, tu vai via, il mondo non si limita solo in italia, viaggi fai altri paesi e capirai

Arrigo scrive:

tu scrivi in italiano, asshole. why are you here? Don’t you have place home? You are a host, not the owner, shut the fuck up!!

daniela scrive:

Purtroppo sei te che fai piu shifo di tutto. Spero che veramente questo commento non ti rappresenta perchè mi fai pieta.
Nessuno ti ruba nulla, e solo la legge della competizioni.
Morirai una bambociona nel tuo mondo di favole.
Alza la testa ed apri gli occhi cara,… il mondo e stupendo alla pari con tutti. Nulla spetta a te se non conquisti …successo dopo successo…accanto a italiani oppure non….svegliati.!!

giugia scrive:

mai sei italiana? a me sembra di no perchè il tuo commento è una raccolta di errori ortografici. Se non sei italiana, che diritto hai di criticare? Hai solo il dovere di tacere e rigare diritta!!!! Questa non è casa tua, quindi studia l’italiano e comportati bene!!!

ernesto scrive:

Mettiamo uno con la terza media, o qualche deliquente scaggionatto con l’indulto purchè sia italiano.
L’italia ha fatto l’europa, ma l’italiano porta vergogna-“no ai cani e agli italinani” questa vi lo ricordate?

Paolo scrive:

L’Italia è ancora un paese democratico, quindi anche persone come Remo sono libere di dire tutte le idiozie assurde che gli vengono in mente

Remo scrive:

E… lo so che non vi piace leggere la verità!

Remo scrive:

Oh, finalmente le amministrazioni rosse potranno assumere tutti gli extracomunitari non facendoli più sentire mantenuti dallo Stato ma finalmente lavoratori a tutti gli effetti. Adesso ci vuole anche il voto alle amministrative così nel giro di due legislazioni ci troveremo tutti e soli stranieri dentro le pubbliche amministrazioni.

Finalmente più nessun clandestino, perché appena scadrà il permesso di soggiorno basterà che l’immigrato vada dagli assistenti sociale e tacchete un bel lavoro in comune, anche come stradino, per impedire che il poveretto di cui non c’è alcun bisogno venga rispedito in patria.

Mario Alberto Salomao scrive:

Caro Remo. cosi e stato per gli italiani all’estero nei tempi passati, ora i tempi sono cambiati. sono … tuoi. svegliati . vivi nel mondo…

picio scrive:

i tempi passati non ritorneranno mai più c era una crscita economik adesso è finita!! a se non abbiamo neanche il lavoro per noi
che volte fare farci morire e sussistere gli stranieri
ma siete propio bravi cari comunisti!

Arrigo scrive:

Dimmi in quale libro di storia lo hai letto? Mio nonno lavorava in miniera in Belgio, emigrò con un sistema di quote, così come fu per gli USA. Mai sentito di lavori pubblici agli italiani all’estero… cominciamo a studiare ed a citare le fonti invece di rccontare frottole per fare i super progressisti della domenica

ludey jaguzmi scrive:

mi dispiace leggere cuesti comenti mediocri, no sanno certi italiani che un concorso publico? si da in base ad una selezione di capacita e preparazione professionale.
di che anno paura? o non sara che chi critica questa legge appartiene a quel grupo di persone mediocri?

ornella scrive:

ecco appunto…….almeno che si sappia l’italiano….

Acherontia atropos scrive:

Nel caso di specie “anno” si scrive con una “n” e……… Fanne buon uso.

Virginio scrive:

E cuesti si scrive con la “q”, questi, e non cuesti. Pubblico va con due “b” non una, gruppo con due “p”, non una, poi c’é altro…

Arrigo scrive:

E tu che tipo di preparazione avresti? Non sai neppure l’Italiano, ma torna a casa tua!

giorgio scrive:

Quasi sempre chi cerca una sistemazione nella P.A. non cerca un posto di lavoro, cerca appunto una sistemazione. Nella P.A. c’è bassa produttività ed alto assenteismo. E allora tutto il mal non vien per nuocere. L’ammissione degli extracomunitari può rendere la vita degli impiegati fannulloni, un poco più difficile.

Top