Le milizie straniere al fianco di Assad – INFOGRAFICA

FacebookTwitterGoogleTumblrLinkedInPinterest


di Valerio Evangelista

In Siria ci sono orde di mercenari stranieri, così come ci sono combattenti con il jihad nel cuore e la shari’a nella mente. Ma non soltanto dalla parte dell’opposizione armata a Bashar al-Assad, e non soltanto tra i sunniti. Sono decine di migliaia i combattenti stranieri, quasi esclusivamente sciiti, arrivati in Siria per rafforzare le linee dell’esercito regolare. Vengono principalmente da Iran, Iraq e Libano e operano con la longa manus della Russia.

La stima sul numero di questi combattenti varia (consigliamo la lettura di questo articolo a tal proposito). Ma, a prescindere da quante siano esattamente le decine di migliaia di truppe straniere e/o mercenarie tra le file del regime di Damasco, è interessante valutarne la consistenza ideologica.

Vari “partiti di Dio”, gruppi che si riuniscono sotto il nome di “Gioventù credente” e milizie rese salde dal fanatismo teocratico anti-sunnita sono solo alcune delle componenti che formano la contro-galassia jihadista che combatte in Siria.

LEGGI ANCHE: La seconda rivoluzione siriana, tra partigiani e qaedisti: ecco chi combatte – INFOGRAFICA

Distribuito con licenza Creative Commons. Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0