Dalla terra al pozzo: la speranza dell’acqua in Burkina Faso di Luca La Gamma

FacebookTwitterGoogleTumblrLinkedInPinterest


Torniamo a raccontarvi la storia di Adriano Nuzzo e della sua “We Africa to Red Earth”, associazione che opera in Burkina Faso. L’Africa raccontata da chi la sta vivendo in queste settimane portando avanti una promessa fatta pochi mesi fa: costruire il quinto pozzo d’acqua per il popolo burkinabé


A volte le storie, quelle belle, hanno anche un lieto fine. In questo caso il lieto fine si chiama acqua, e sarà fonte di vita e speranza per un intero popolo. Adriano Nuzzo, in Burkina Faso da inizio settembre, si è impegnato tanto nei mesi scorsi per dare un lieto fine a questa storia.

Lo avevamo conosciuto lo scorso marzo, quando ci raccontò per la prima volta il progetto di We Africa to Red Earth di realizzare il quinto pozzo d’acqua nel paese africano. L’associazione opera in Burkina Faso dal 2014 e nei due anni precedenti ha realizzato pozzi d’acqua nella città di Kaya e nei villaggi Soanga e Ouitogokolga.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il sogno di pochi mesi fa oggi è diventato realtà grazie alla forza di volontà di quest’uomo e all’aiuto di tanti amici dell’associazione che hanno sostenuto il progetto. Un ruolo importante è stato ricoperto anche dal gruppo musicale Sud Sound System, che lo scorso 20 maggio si è esibito in un concerto in favore della missione.

Da inizio settembre Adriano si trova nel villaggio di Kaya, dove rimarrà ancora fino al 21 settembre. Il pozzo d’acqua è quasi terminato, e sta prendendo forma nel villaggio di Tanhoko (a 45 minuti di macchina da Kaya).

In questo video Adriano ci racconta la vita nei villaggi del popolo burkinabé.