Italia

Una scena del film

Chi è rimasto in Abruzzo

A Vacri i 1500 cittadini non hanno dubbio: chi fugge farà di tutto per tornare, prima o poi. Birthplace di Francesco Paciocco racconta come nel piccolo paese, a metà tra le montagne abruzzesi e il mare Adriatico, in quella fantastica macchia di vigne e ulivi, ha questo obiettivo: raccontare il “luogo natio” e l’importanza “vitale” dell’origine

Mondo

Foto coesistenza israele palestina

“L’icona della coesistenza israelo-palestinese? Totalmente finta”

La foto è stata scattata nel 1993, a tre mesi di distanza dalla firma degli accordi di Oslo, e ritrae due ragazzi – un israeliano in maglietta rossa e kippah ed un coetaneo palestinese in maglietta nera, kefiah e agal - che sono abbracciati, l’uno con il braccio sulla spalla dell’altro, chiacchierando mentre camminano nei pressi di Gerusalemme. Ma la suggestiva

Cultura

"Cuore di favola" per i bimbi siriani. Ricordando Noura

“Cuore di favola” per i bimbi siriani. Ricordando Noura

  “Cuore di favola” è il libro che nasce dalla fantasia e dal cuore di Francesca Aquilini e di Susanna Starna, un ponte di solidarietà tra i bimbi siriani e i bimbi italiani, uniti dagli stessi sentimenti ma divisi da una guerra che ai primi ha strappato l’infanzia e il diritto alla pace. La pubblicazione

Blog

Tripoli, 11 novembre 2014. L'inviato delle Nazioni Unite in Libia Bernardino Leon - a sinistra - incontra il presidente del parlamento tripolino Nuri Abu Sahmain, il cui ruolo non è riconosciuto a livello internazionale. L'incontro non servirà a rasserenare i rapporti tra Tripoli e le Nazioni Unite e Leon rimarrà persona non grata. (Fonte: www.unsmil.unmissions.com)

Libia, Nazioni Unite sotto accusa

di Alessandro Pagano Dritto (Twitter: @paganodritto)   Tripoli chiude alle Nazioni Unite: l’inviato Bernardino Leon persona non grata. Questo novembre 2014 potrebbe diventare il mese in cui le Nazioni Unite hanno perso la Libia. Parlare di rottura totale sarebbe probabilmente scandalistico e non del tutto vero, ma di certo l’armonia tra la United Nations Supporting

Tripoli, 11 novembre 2014. L'inviato delle Nazioni Unite in Libia Bernardino Leon - a sinistra - incontra il presidente del parlamento tripolino Nuri Abu Sahmain, il cui ruolo non è riconosciuto a livello internazionale. L'incontro non servirà a rasserenare i rapporti tra Tripoli e le Nazioni Unite e Leon rimarrà persona non grata. (Fonte: www.unsmil.unmissions.com)

Libia, Nazioni Unite sotto accusa

di Alessandro Pagano Dritto (Twitter: @paganodritto)   Tripoli chiude alle Nazioni Unite: l’inviato Bernardino Leon persona non grata. Questo novembre 2014 potrebbe diventare il mese in cui le Nazioni Unite hanno perso la Libia. Parlare di rottura totale sarebbe probabilmente scandalistico e non del tutto vero, ma di certo l’armonia tra la United Nations Supporting

Top